Calendario
Data: 17/01/2021
Ora: 06:44
« Gennaio 2021 »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
Login





 
Cerca
Ricerca parole o frasi all'interno del sito.
 
Servizi
 
Utenti
Persone on-line:
admins 0 amministratori
users 0 utenti
guests 1 ospiti
 
Statistiche
Visite: 21178
 
Sondaggio
Nessun sondaggio attivo in questo momento:
vecchi sondaggi

Attivitą/Ragazzi e scuola/Zigo Zago 2012-2013

Gli alfabeti di Zigo-Zago:

progetto di sostegno scolastico incentrato

sull’apprendimento creativo delle lingue per alunni della scuola dell’obbligo

“La lingua poi è formata dai vocaboli d’ogni materia. Per cui bisogna sfiorare tutte le materie un po’ alla meglio per arricchirsi la parola. Essere dilettanti in tutto e specialisti solo nell’arte del parlare.”(Don Milani, Lettera ad una professoressa, 1969).

Questa definizione fatta da don Lorenzo ai suoi ragazzi di Barbiana esemplifica la mission della nostra associazione (a lui, infatti, intitolata) che ha messo sempre in primo piano l’insegnamento della lingua italiana, sia nel campo del sostegno scolastico –con il supporto ai ragazzi della scuola dell’obbligo con particolari difficoltà, disagi o semplicemente con poca motivazione allo studio- che in quello dell’inclusione dei migranti ai quali, fin dal 1994, abbiamo offerto corsi di lingua italiana

via via specializzandoci in didattica e tematiche.

Con questo progetto si è voluti tornare in qualche modo alle origini della nostra associazione rifacendoci al pensiero milaniano, arricchendolo con l’esperienza che abbiamo maturato in questi 20 anni di impegno sul territorio con l’apporto di motivazioni e abilità dei volontari, know-how di professionisti e buone prassi di associazioni e enti con i quali abbiamo collaborato e con i

quali cerchiamo di creare reti sempre più forti, dinamiche e efficienti.

Il punto centrale della didattica di don Milani è costituito dall’insegnamento della lingua (italiana, ma vale anche per le lingue straniere come mezzo di comunicazione) volto a combattere la situazione di soggezione in cui le persone si trovano per mancanza dello strumento linguistico.

Con questo progetto si è quindi voluto avvicinare i bambini e i ragazzi ad un apprendimento creativo della lingua attraverso l’uso di metodologie artistiche che mettano i partecipanti in condizione di fare esperienza della lingua in modo concreto e giocoso.

 

 

 

Il titolo si riferisce ad un personaggio di libri per la letto-scrittura per l’infanzia del geniale illustratore Richard Scarry.

apri la relazione finale per approfondire la metodologia usata

public/portale/misc/file/.pdf


print